Stile Scandinavo : Idee e ispirazioni

Un mix tra arredi minimal, calore e purezza dei materiali.

Lo stile scandinavo è tipico delle regioni del Nord.

Negli ultimi anni , complice la mano di grandi multinazionali ha avuto una forte ascesa nella scelta degli arredi.

Molto spesso però mi chiedono quale siano i punti chiave per rispettare i canoni di un arredamento in stile Nordico.

Se pensiamo che lo stile deriva dalle regioni fredde del Nord dove le ore di luce disponibili sono limitate, nasce l’esigenza di utilizzare legni naturali e dalle tonalità chiare in modo da esaltare il legame con l’ambiente circostante.

Ecco allora che voglio proporvi una guida con i punti da rispettare per rendere questo stile riconoscibile al primo colpo:

  • Utilizzo dominante del legno naturale in particolare le varie finiture del rovere.
  • Colori tenui, neutri poco affaticanti.
  • Ergonomia degli spazi e accessibilità.
  • Punto fondamentale la ricerca del comfort : quella che nei paesi del nord chiamano “Hygge”,
  • Lasciate perdere complementi d’arredo con tonalità forti e con decorazioni eccentriche.

E’ la soluzione ideale per chi ama la pulizia delle linee, la praticità e la funzionalità dei vari arredi.

Lo stile nordico vive di luce chiara 

Ambienti dove la luce viene mantenuta viva dalle tonalità chiare dei mobili e dai vari tessuti.

Ampio uso di superfici bianche e resine. 

Concludo questo breve “tutorial” consigliandovi di puntare sulla praticità e arredare la vostra casa con semplicità facendovi guidare da mobili minimal e “poco costruiti”, senza troppi orpelli.

Il risultato sarà uno stile libero , sobrio e poco affaticante che punta tutto sul comfort.

Un design che renderà felici chi vive in libertà e ama la natura.

Per qualsiasi consiglio , fatemi sapere ! 

Ciao e …buona vita ! 

Scegliere l’arredamento giusto per la tua casa ? I miei consigli..

In questo breve articolo , alcuni consigli per scegliere il vostro arredamento.

Non spendere soldi con l’idea di riempire la casa senza una logica”

Scegli l’arredamento in base ai tuoi reali bisogni:

Non c’è motivo di mettere mano al portafogli per completare subito l’arredamento di casa.

Frenate l’istinto d’ acquisto.

Si rischia di spendere soldi , riempiendo la casa di cianfrusaglie inutili .

Riflettete sulla vostra casa , al vostro modo di viverla . Pensate per “step”.

Molto spesso, ho visto clienti frettolosi nel voler sistemare la casa il giorno successivo all’acquisto, tutte le stanze , ogni minimo angolo nascosto.

E’ un errore che capita nell’ 80 % dei clienti.

Credetemi, è fondamentale concentrarsi sull’aspetto che volete dare alla vostra casa.

Prima cosa: scegliere uno stile tra i tanti a disposizione , al contrario si rischia di buttare soldi e tempo.

Una volta scelto lo stile, definiamo il budget a disposizione, il design e gli spazi da utilizzare.

Fatevi consigliare sui materiali , colori e finiture.

Lineaemme

L’errore è dietro l’angolo.

Capita di lasciarsi convincere da amici e parenti che magari hanno altri gusti , altre idee, altre case, altri stili di vita.

Cambia tutto , per questo è fondamentale “non copiare da altri”.

Il mondo dell’arredamento è ricco di variabili che impongono di pensare con la propria testa.

Variabili, che ho riassunto in alcuni punti fondamentali:

  • Budget
  • Gusto personale o estetica.
  • Importanza dei materiali rispetto al prezzo d’acquisto.
  • Ergonomia e ottimizzazione degli spazi
  • Assegnatevi delle priorità
  • Non affrettate gli acquisti
  • Non agite d’impulso.

Consigli che vi torneranno utili nel tempo.

Riflettete sul vostro reale bisogno.

IMPORTANTE : Informatevi sui materiali , sull’ impatto che avranno nell’ambiente rispetto alle persone che ne faranno uso, dovrete conviverci per molti anni.

Scegliete materiali il più possibile”naturali” , eco-compatibili a basso impatto ambientale.

Esistono ancora falegnami e piccole aziende che riescono a coniugare la tradizione del prodotto artigianale con l’uso di macchinari tecnologicamente avanzati. Il risultato è un mobile “unico” che durerà nel tempo.

Uno dei principi fondamentali di www.mcdesignfurniture.it è quello di aiutare il cliente nella scelta migliore e consapevole per le proprie esigenze.

Se non sei sicuro del mobile che stai acquistando o hai dei dubbi sul rapporto/qualità prezzo contattami senza impegno.

Il Corona Virus ha cambiato l’ Interior Design

Mai come ora il settore si trova davanti ad un mutamento epocale.

I progetti avranno d’ora in poi un punto chiave imprescindibile : Flessibilità degli spazi

Occorre una riflessione sui progetti futuri di interior design post Coronavirus.

In questi giorni di isolamento forzato e di lavoro “smart”, la nostra casa è diventata il nostro rifugio. Abbiamo riorganizzato gli spazi e sono venute alla luce pregi e difetti dei nostri ambienti.

La pandemia ci ha fatto capire l’ importanza di certi ambienti che prima davamo per scontati : piccoli giardini , terrazzi polverosi , cortili condominiali che prima usavamo solo per arrivare alla nostra auto.

Le case come “spazi polifunzionali” attrezzati per il lavoro smart ( fattore che secondo il mio punto di vista avrà una crescita esponenziale , così come il delivery ).

In questi giorni parlando con amici e colleghi ho percepito di come sia “mutato” il concetto di zona living.

Concetto riassunto in una frase : “Sacrificare spazi interni per concedersi a spazi esterni”.

Smart working in primis : gli italiani chiedono uno spazio in più per per questo tipo di attività e un isolamento acustico per contenere i rumori esterni.

Lo smart working  dovrà essere tenuto in considerazione nei progetti di ristrutturazione.

La parola d’ordine sarà “Polifunzionale”:

Spazi arredati in uno stile minimal, essenziale , in modo da riconfigurare gli arredi in base alle attività da svolgere.

Ambienti concepiti per un lavoro da remoto. Silenziosi, con pannelli fono assorbenti e soluzioni comode per pause relax o per fare sport.

Spazi organizzati per rispettare quanto più possibile le norme sull’igiene e quelle per l’isolamento acustico.

Verrà implementata la domotica:

si tenderà ad eliminare tutti i possibili conduttori di germi e batteri quali  maniglie delle porte e interruttori per la luce.

In questo caso, verranno in nostro aiuto i sistemi a comandi vocali o gestuali.

Sistemi di aereazione più efficienti in modo da garantire un flusso d’aria con livelli di CO2 bassi.

Dobbiamo ripensare al concetto di “ambiente ideale”.

La pandemia ha cambiato il mondo , ha cambiato noi e il nostro modo di pensare.

Ha trasformato le nostre esigenze, i nostri rapporti e il nostro modo di lavorare.

Sono nate nuove esigenze e nuove preoccupazioni.

Ci ha insegnato quanto sia importante “progettare spazi proiettati nel futuro che ci attende”.

Un futuro nuovo , diverso e forse più complesso ma altrettanto stimolante.

Buona vita e buon lavoro.

Michele Cecchinelli

(Cover Ph by Anastasiia Chepinska on Unsplash)

Prendere le misure per i tuoi mobili

Qualche utile consiglio…

Molti errori si possono evitare con piccoli suggerimenti. Parlo per esperienza, fidatevi.

Vediamo come :

Per prima cosa armatevi di Metro (5mt)., matita o penna , block notes.

Se siete più tecnologici esistono anche diverse app gratuite per usare lo smartphone al posto del metro.

Io preferisco il metodo tradizionale, a voi la scelta :

  1. Innanzitutto, rilevate le misure in più punti. I muri non sono mai perfettamente in squadra, pertanto considerate di prendere le misure da terra , a metà altezza e in alto.
  2. Molto importante : prendere le misure dall’ interno del battiscopa ( dove presente ). Questo è di fondamentale importanza. Il battiscopa su entrambi i lati copre circa 5 / 6 cm che andranno ad incidere sullo spazio utile in larghezza. Mi raccomando !
  3. Controllate che non ci siano prese elettriche che possano interferire all’interno dello spazio da arredare. Se presenti è tassativo non coprirle o rilevare la misura attentamente in modo da poter decidere come sfruttarla o eliminarla.
  4. Cassone avvolgibile. Attenzione che non interferisca nella profondità del vostro mobile ( ad esempio un armadio… )
  5. Tende : Lasciate spazio sufficiente tra le tende e il mobile che andrete ad inserire nel vostro “vano utile“. Rischiate di ottenere un risultato posticcio o approssimativo per quanto riguarda le logiche dell’ interior design”.
  6. Indicate sempre all’arredatore se le misure da voi rilevate sono al netto del vano utile o con una tolleranza di qualche cm .
  7. In altezza e larghezza non devono esserci punti luce che vadano a coprire o interferire con il vostro arredo.
  8. Discorso a parte per la cucina : In questo caso consiglio di interpellare un professionista in quanto ci sono molte più variabili da tener conto ( scarichi , prese elettriche , attacco per cappa, tolleranza tra le pareti per il top cucina) .

Spero che questo breve tutorial , vi aiuti ad evitare piccoli errori nella realizzazione del vostro nuovo mobile.

Seguite questi consigli e vi accorgerete che progettare lo spazio per il vostro arredo sarà molto più facile di quanto immaginavate.

Per qualsiasi info, non esitate a contattarmi info@mcdesignfurniture.it

Grazie e buona vita.

Stile dell’ arredamento

Come scegliere

In questo articolo, alcuni consigli per aiutarvi a scegliere lo stile per la vostra casa.

La ricerca dello stile non è semplice perché dobbiamo entrare nella psicologia del cliente.

Vi chiederete il perché.

Semplice, andiamo ad arredare uno spazio che rappresenta la sua personalità.

E’ un dettaglio da non sottovalutare .

Come scegliere allora ?

Avete presente la sensazione di quando entrate in un appartamento vuoto ? 

Quanti dubbi ho visto nei volti dei miei clienti ! Questo si , questo no …..Quale azienda scegliere , quale mobile giusto per il soggiorno , la camere , il bagno…

Riempire una scatola vuota , talvolta risulta spiazzante.

Focalizzate le idee su quello stile che rispecchia il vostro modo di essere, quello che vi fa stare bene e sentire a proprio agio. 

Trovate uno stile che vi faccia sentire a casa.

1. Pensate all’aspetto della vostra casa

Fondamentale è valutare il contesto nella quale si trova la vostra casa.

Cercate di mantenere un armonia tra esterno e interno.

Prima di rimuoverli , pensate ad elementi che potrebbero essere rivalutati , come pavimento , archi , colonne scale e qualsiasi aspetto architettonico da tenere in considerazione.

2. Lasciatevi ispirare dai vostri gusti personali.

Internet è una grandissima fonte d’ispirazione. Fate una selezione degli articoli che catturano la vostra attenzione.

Iniziate a stilare una lista di articoli , finiture , materiali da sottoporre al vostro Interior Designer.

Una volta fatta la selezione e sottoposta al vostro consulente d’arredo, sarà molto più semplice individuare il prodotto finale , la migliore azienda , al miglior prezzo.

3. Create un ambiente per migliorare il vostro benessere.

Chiudete gli occhi e pensate a quando stanchi rientrate in casa.

Accogliente e rilassante. Due fattori imprescindibili.

Dovete però riflettere su voi stessi .

Quando torno a casa e apro la porta che ambiente voglio trovarmi davanti ?

I colori svolgono un ruolo fondamentale. Colori tenui e tessuti soft-touch , decorazioni raffinate e illuminazione per creare l’atmosfera giusta.

Prendete un foglio e iniziate a prendere appunti.

4. Funzionalità e l’ergonomia degli spazi.

Scegliete arredi che rispecchino le vostre abitudini.

Dedicate del tempo a questi particolari perché sono quelli che daranno le giuste dimensioni ai “vostri spazi” quotidiani.

Non affogate la stanze di arredi inutili solo per fare numero.

Scegliete uno stile che vi faccia sentire a casa vostra, uno stile unico dove vi sentiate a proprio agio.

Ricordatevi che potrete seguire mille stile diversi ma, ogni casa dovrà sempre avere un tocco di personalità definita dal proprietario.

Una sorta di firma, che racchiuda il vostro concetto di Design.

Consigli finali : Una volta presi appunti , suddivisi per ogni ambiente ( zona living , camera , cucina) affidate la vostra idea a professionisti del settore. Esperti che sapranno consigliarti al meglio , soprattutto per individuare l’azienda migliore per le vostre esigenze.

Buona vita

“IDEE PER LA ZONA NOTTE…”

Testata letto – http://www.arredamentimaci,it Designer – Michele Cecchinelli

LE TESTATE LETTO

Focalizzare l’attenzione sulla testata letto è il passo giusto per trasformare l’aspetto della vostra camera.

Punto focale intorno al quale ruota il resto dell’arredamento.

Per la Casa o per Hotel, è un elemento decorativo ed ergonomico da non sottovalutare.

Un infinità di materiali , finiture che consentono di creare la testata su misura per ogni esigenza.

Il design odierno, riscopre la bellezza di tessuti eco-sostenibili, stoffa, eco-pelle e camoscio.

“La testata letto sarà il centro nevralgico del vostro ambiente”.

La camera da letto non è più uno spazio informale, anonimo usato solo per dormire.

Oggi va sempre di più nella direzione del mix di stili e lo si fa nell’ottica del risparmio e dell’ottimizzazione dello spazio e della comodità.

Trovare la soluzione giusta in base alle proprie necessità , diventa fondamentale per creare un ambiente ottimale votato al comfort.

Lunghezza, altezza, disposizione dei cuscini e prese elettriche, tonalità di colore e scelta delle finiture, giocano un ruolo fondamentale per innescare il giusto mix tra funzionalità e design.

Il consiglio è quello di mantenere linee pulite, sobrie con tessuti soft-touch , raffinati e facili da pulire.

Così anche la testata del letto, ormai dissociata dalla struttura del letto, può essere progettata in modo creativo e originale, usando la fantasia e senza una grossa spesa.

A seconda dello spazio che abbiamo a disposizione, possiamo optare per diverse soluzioni.

Strutture di legno e cuscini imbottiti di varie dimensioni 

Punti luce dedicate e non troppo invasivi.

Prese elettriche per i device utilizzati nel nostro quotidiano.

Ricordate : In sostanza, non vi è alcuna differenza tra abitazione privata o un Hotel

La testiera letto, in entrambi i casi, diventa un biglietto da visita fondamentale appena aperta la porta della stanza.

Ci darà subito un primo “input” , sull’ambiente circostante.

Camera Hotel Parigi – Bordighera (IM) – Designer Michele Cecchinelli http://www.hotelparigi.com/

Armadio : Quale scegliere

Armadio ante scorrevoli – www.lineaemmemobili.it

Ante scorrevoli , battente o cabine armadio ?

La scelta dell’armadio è sempre un nodo da sciogliere nell’organizzazione della zona notte.

La camera da letto è inevitabilmente la zona che serve per ricaricare le batterie. Occorre trovare la giusta ergonomia degli spazi senza tralasciare dettagli importanti che rendono l’ambiente confortevole.

Uno dei temi principali che ci troviamo ad affrontare quando decidiamo di ristrutturare casa o dare nuova vita all’arredamento è senza dubbio lo spazio.

Spesso ci troviamo con le mani nei capelli. Da dove parto ? come gestisco lo spazio ?

E’ inevitabile che la decisione finale , ricada sull’armadio.

E qui viene il bello.

Ante scorrevoli e ante battenticabine armadio , finiture , personalizzazioni , accessori interni , infinite opzioni per creare l’armadio adatto alle tue esigenze.

Armadio ante battente

Come scegliere

Prima cosa : Le misure disponibili. Diffida da chi sorvola su questo argomento, sono fondamentali per trovare le dimensioni giuste dell’armadio.

Seconda cosa : Proporzioni . Un armadio troppo piccolo  sarà poco funzionale. Il rischio è quello di perdersi all’interno della stanza.Un armadio troppo grande sicuramente soffocherà l’ambiente, lasciando poco spazio a voi e a tutti gli arredi presenti nella stanza.

Terza cosa : Le ante. La scelta è legata principalmente a fattori di funzionalità e libertà di fruizione dello stesso .Entrambi sono due sistemi di apertura che consentono risposte ideali a situazioni differenti.

Vediamo nei dettagli…

Camera piccola o non troppo ampia ? Le ante scorrevoli dovrebbero essere la tua prima scelta. Questa tipologia consente di ridurre lo spazio frontale all’armadio perché potrai contare su un ingombro nullo al momento dell’apertura.Unico neo: non potrai aprire più ante contemporaneamente.

Camera ampia o zero problemi di spazio? Le ante battenti sono la scelta ideale, rispondono perfettamente a tutte le esigenze di spazio e di ergonomia.

Terza opzione : Cabina Armadio. Questa soluzione , rappresenta il top in termini di fruibilità degli spazi. Attingendo al catalogo di boiserie , ripiani , cremagliere e migliaia di accessori disponibili, il risultato sarà una cabina armadio “su misura” in ogni dettaglio. IMPORTANTE : Creare una boiserie da zero ( rilievo misure, ottimizzazione degli spazi) non è un lavoro semplice. Il consiglio è quello di affidarsi sempre a professionisti del settore.

Cabina armadio su misura

Conclusioni

Se partiamo dal punto di vista estetico, l’armadio con ante scorrevoli sarà la soluzione ottimale. Design pulito e superfici ampie e uniformi .

Gli armadi con ante battenti hanno un’estetica più razionale. Linee verticali che definiscono il taglio il classico ( Esempio l’armadio a 6 ante della foto ) Soluzioni molteplici per la suddivisione delle ante. Moduli da 45 , 60 , 90 cm.

Progetta insieme a noi il tuo armadio

MCdesignfurniture si avvale di professionisti del settore con esperienza ventennale nel settore arredamento.

Inviaci la tua idea e lo spazio disponibile, insieme al nostro Interior Designer troveremo la soluzione ideale alle tue esigenze.

” Zero intermediari, direttamente in fabbrica “

Grazie alla collaborazione di MCdesignfurniture con aziende produttrici , una volta sviluppato il tuo progetto insieme al nostro Interior Designer, entrerai direttamente in contatto con la fabbrica che realizzerà il tuo nuovo armadio. Vedrai con i tuoi occhi la produzione , senza intermediari , senza ulteriori passaggi.

Un nuovo modo di SCEGLIERE e ACQUISTARE “DIRETTAMENTE DAL PRODUTTORE