Immersi nel verde, lontano da tutto.

Esterno

Perdersi“.

Ci siamo persi, nel vero senso della parola.

Avevamo bisogno di staccare e ritrovare quel senso di “Slow Time” che molto spesso tralasciamo.

Nel silenzio più assoluto dell ‘ appennino Tosco-Emiliano.

Deviazioni improvvise che hanno il sapore della sorpresa.

Ciclisti in discesa, noi saliamo la ripida e tortuosa salita.

L’auto sale a ritmo lento, intorno boschi e fiori.

Circa 15 km di verde , cielo terso e un clima che rende piacevole il percorso.

Vediamo una piccola scritta su un tronco di legno.

Vendita vino.

Davanti a noi, nascosto dai castagni, un‘ agriturismo meraviglioso.

Tutto è rigorosamente curato, con estrema naturalezza e arte nel preservare le antiche strutture di un tempo.

Pietra e legno. Prati e foreste.

Il silenzio è interrotto solo dalle cicale. Il sole tramonta.

Luogo ideale, per coloro che hanno deciso di trascorrere le proprie vacanze lontano dalla confusione e dai soliti rituali vacanzieri.

Agriturismo di qualità. Gentilezza e quiete.

Niente effetti speciali.

Un contesto dolce, di collina, circondato da vigneti e alberi da frutto.

La pietra avvolge due strutture separate. Camere , sala con terrazza verso l’infinito.

10 Camere, secoli di storia. Persone che hanno curato la terra.

Le foto raccontano la quiete.

Guardo l’orizzonte , non capisco esattamente dove mi trovo.

L’eco delle città vicine non arriva fin qui e le preoccupazioni e la fretta del tempo sono distanti.


Una splendida terrazza panoramica, i prodotti della fattoria, vino e marmellate

C’è tutto quello di cui ho bisogno.

In agriturismo è presente la Sig.ra Carla, una padrona di casa ospitale, raffinata, garbata nei modi e silenziosa.

Cura i suoi fiori.

Camere nel verde, legno e travicelli. 

Soppalchi di legno sospesi,  danno calore in questa serata con appena 18 gradi.

Luci calde e contrasti di colori delicati.

Il legno scricchiola , si muove è vivo.

Oltre la finestra un amaca nel bosco.

Spengo le luci , domani ci aspetta un altra tappa di questo viaggio improvvisato.

Bello perdersi.

L’Italia è piena di questi luoghi poco conosciuti.

Riservati, intimi, dove lasci tutto alle spalle , caos , cellulari , tablet.

Solo te e la natura.

Un altro modo di viaggiare, chiedere gli occhi , respirare la vita.

Michele Cecchinelli , Interior Designer . Travel Blogger

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *